PITTI 91 LO STREET FASHION DOMINA

Dopo qualche anno dove lo stile Hipster l’ ha fatta da padrone in lungo e in largo con il suo mix vintage/tecnologico, dove jeans, camicie a quadri e maglioni erano rigorosamente super attillati le tendenze modaiole danno una sterzata in favore dello street fashion style.

Il termine “street fashion“ è usato per descrivere una particolare tendenza di moda, dove chi indossa abiti li personalizza con l’adozione di un misto di stili attuali e tradizionali. Spesso si ricorre anche a personalizzazioni fatte a mano, se non addirittura a capi realizzati a mano. In questo ultimo periodo la ricerca dell’ indumento sartoriale, prodotto da piccoli brand autonomi e non legati direttamente al circuito delle grandi case di moda, spopola attirando l’attenzione di chi cerca, un capo particolare e ad un prezzo decisamente più contenuto. Anche a Pitti Immagine ho trovato numerosi riscontri e vi propongo una galleria di scatti realizzati durante il secondo giorno dell’ evento modaiolo. Al Pitti spesso è importante solo apparire, ho cercato di evitare personaggi che sono arrivati come alternativi ma che, dopo varie edizioni a mio modesto parere di originale e alternativo non propongono più niente varcando spesso, addirittura la linea del grottesco/carnevalesco. Quest’ anno a differenza delle passate edizioni per motivi di lavoro ho avuto a disposizione solo una giornata ma credo che sia stata sufficiente a delineare alcuni trend, da non confondere certamente con i must have che la moda proporrà per le prossime stagioni.

Il berretto in lana è il più utilizzato e contamina praticamente tutti gli stili. Preferibilmente a coste e nero è di gran tendenza. Di gran moda il bomber (magari over) con tagli stampe o materiali che lo rendono decisamente più innovativo fino a fondersi quasi con il parka.

 

Daboleis, è un marchio giovane, ma ha origini lontane che risalgono al 1951, le creazioni sono il frutto di giovani designer che trovano interesse anche tra diverse celebrità.

lomo-1

Uno spazio importante se lo ritagliano le sovrapposizioni di capi e materiali differenti. Largamente utilizzati anche guanti in pelle e patch dai colori, forme e contenuti più vari.

Torna in voga la pochette da uomo, il maglione collo alto sotto giacche e cappotti, il velluto.

I cappelli a falda larga, anelli con pietre, occhiali possibilmente tondeggianti, gilet e giacche in tessuti lavorati a fantasie e la barba resistono ancora con grandi risultati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...